Chi sono

 

Mi chiamo Jonatal Carducci, sono un tatuatore classe 1977 originario di Pieve Torina un piccolo paese dell’entroterra marchigiano colpito recentemente dal terremoto. Abito a Loreto, ho uno  studio Jona Tatoo Art a Tolentino(mc) e uno Jona Tatuaggi Lauretani a Loreto (an, dove eseguo gli antichi tatuaggi Lauretani).

Sono un grande appassionato di tatuaggi sacri.

Nel 1996 mi avvicinai per la prima volta a quest’affascinante mondo facendomi il mio primo tatuaggio in uno studio storico italiano e da lì partì tutto.

La mia curiosità ed il fascino che emana questo antico rito mi hanno portato ad approfondire la materia.

Mi sono appassionato sempre di più e così, frequentando incuriosito le prime tattoo convention e continuando a farmi tatuare in giro per l’Italia ed il mondo, ho intrapreso pian piano questa avventura senza fermarmi più fino ad aprire il mio primo  studio Jona Tattoo Art Studio nel 2002 a Tolentino provincia di Macerata.

Dal 2002 ho iniziato a collezionare tutto ciò che è inerente al mondo dei tatuaggi, compresi gli utensili usati in varie parti del mondo, per le esecuzioni di tatuaggi con le varie tecniche (tebori, tatau etc), quadri e flash di tatuatori storici e pionieri del tatuaggio di ogni epoca e paese.

Ero a conoscenza che il nostro territorio e in particolare Loreto avesse una storia del tatuaggio tutta sua.

Mi sono documentato e successivamente ho riprodotto gli stampi che usavano i Marcatori di Loreto per imprimere immagini raffiguranti per lo più simboli religiosi sulla pelle dei pellegrini, per poi inciderli con un ago a tre punte imbevuto di inchiostro in ricordo della loro visita al Santuario mariano o di un pellegrinaggio fatto verso il Santuario.

Dall’epoca delle crociate troviamo i primi tatuaggi religiosi.

I crociati si tatuavano questi simboli come segno di riconoscimento in maniera tale che se fossero caduti in battaglia avrebbero ricevuto una sepoltura con rito cristiano.

Era anche un segno distintivo di riconoscimento per chi professava o frequentava la fede cristiana.

Ho riprodotto gli stampi per provare e riportare in auge questa antica pratica.

Può essere eseguita nel mio studio in tutta sicurezza,sia con la tecnica manuale del tempo, sia con la moderna macchinetta.

Mi auguro con questo mio progetto di far conoscere agli appassionati del settore e non, un rilevante pezzo di storia del tatuaggio marchigiano.

“Il tatuaggio è l’espressione della nostra anima”

                                                                                                                            Jonatal Carducci

 

My name is Jonatal Carducci,

I am a tattoo artist born in 1977 in Pieve Torina, a small town in the outback of the Marche Region who got hit by a terrible earthquake in 2016.

I live in Loreto, I have one  Tattoo studio in Tolentino  near Macerata and one in Loreto near Ancona.

I have a great passion for sacred tattoos.

I got my first tattoo in 1996 in an historical Italian studio; that was my first contact with this fascinating world and everything started from there!

My curiosity and the fascination I got from this ancient technique led me to deepen my knowledge on this subject.

I increasingly got more involved by attending tattoo conventions worldwide and getting more tattoos done both in Italy and around the world. I finally opened my own studio –  called Jona Tattoo Art – in 2002 in Tolentino.

From 2002 I started to collect anything to do with tattoos, like utensils used in various parts of the world for tattoos done with several techniques (i.e. tebori, tatau etc), paintings and flash of famous tattoo artists and pioneers of tattoos of every age and country.

I knew that our territory, and Loreto in particular, had its own tattoo history.

I gathered more information and afterwards I reproduced the moulds used by the markers in Loreto; they used these moulds to impress sacred images onto the skin of pilgrims who visited the Sanctuary. After impressing the image they incised the skin with a 3-tipped needle soaked with ink. This was the pilgrims souvenir from the pilgrimage in Loreto.

The first tattoos date back to the crusades.
Crusaders tattooed themselves with sacred symbols as an identification sign so that if they were to be killed in a battle they would have received a Christian burial.

Tattoos were also a distinctive sign for those who professed to be Christians.

I reproduced the moulds trying to restore this ancient practice. I can execute sacred tattoos safely in my studio using both the ancient manual technique as well as the modern one using the tattoo machine.

I hope that this project of mine is useful to spread the knowledge on such a relevant historical aspect of The Marche tattoo history.

“A tattoo is the expression of our soul”